Un po' di Storia

La storia della nostra DENOMINAZIONE DI ORGINE PROTETTA "GRAVINA"  va contestualizzata in un territorio unico chiamato a ragione, da chi viene a visitarci: “L’ ALTRA PUGLIA”.

Chiunque, parlando della nostra Regione, pensa ovviamente alle sue coste, al mare, al sole ed ai suoi vini potenti ma spesso un po’ ruvidi. Invece la nostra terra, la nostra Puglia, è qualcosa di diverso e per certi versi, inaspettato.

Dolci colline chiamate MURGE, una parola evocativa che vuol dire PIETRA.

Clima fresco e temperato, sottosuolo ricchissimo di minerali, sorgenti carsiche naturali, boschi e pascoli, ne fanno un piccolo paradiso, abitato dall’uomo sin dalla preistoria, dove la coltivazione delle vite risale ad oltre 2.500 anni fa.

Federico II di Svevia nel 1200 ne fece la sua dimora di caccia e la definì “giardino di delizie”, contribuendo anch’egli allo sviluppo della viticoltura locale. I vini prodotti in loco erano famosi in tutti i territori circostanti per la loro qualità, la loro freschezza e fragranza così inusuale nel mezzogiorno d’Italia.

Questo nettare fu oggetto di commercio sin dall’antichità e di apprezzamento da parte dei viaggiatori che ne hanno dato testimonianza nei loro scritti custoditi nel locale Museo Fondazione "Ettore Pomarici Santomasi".

Nel nostro territorio si produce il Grano duro migliore d'Italia, apprezzato in tutto il mondo per la produzione di pasta, pane e prodotti da forno;

Sole e Microclima

Le caratteristiche del clima locale danno le colline Gravina una idoneità ideale per la coltivazione della vinfera Vitis.
Questo clima caratteristico, insieme piuttosto bassa fertilità terreni calcarei di derivazione, dà la vite un equilibrio ideale per la produzione di vini fine qualità.
Questo clima è abbastanza benefico al ciclo di crescita della vite, ma che la crescita è ostacolata dai terreni calcarei, che drenano via l'acqua piovana e la forza della vite per la ricerca di sostanze nutritive profondità sotto la superficie, assorbendo l'acqua residua, insieme con i sali minerali presenti nella sottostante vegetazione.
Il risultato di questo complesso di condizioni sono vini visualizzare estrema eleganza e razza, vini che sono sapido e minerale taglio, profondamente differenti dal resto della Puglia di vini, che sono per la maggior parte potente, concentrato vini, ma un po 'countryish.
L'altitudine media dei vigneti (400-600 metri) e la significativa differenze di temperatura giorno-notte sono il concludendo fattori, garantendo ai vini una schietta e gustosa acidità, che li rende adatti per lungo invecchiamento.

Gastronomia locale

Estremamente diffusa la tradizione casearia fatta di ricotta, mozzarella e formaggi semistagionati come il pecorino ed il Pallone di Gravina presidio Slow Food

Di alta qualità anche la produzione di carni tipiche da animali allevati secondo i dettami della biosostenibilità quali:

Agnelli
Capretti
Pollame
Maiali

Infine, fiore all'occhiello della nostra gastronomia sua Maestà lo straordinario Fungo Cardoncello (Pleurotus Eryingii) dalla consistenza carnosa e delicata, cresce spontaneo solo sulle nostre colline ed è l'ingrediente principale delle migliori ricette tipiche.

 

I Comuni della D.O.P.

GRAVINA IN PUGLIA

Città della Puglia, in provincia di Bari, con poco meno di quarantaquattromila abitanti. Sorge sul torrente Gravina, nell'area delle gravine nell’Alta Murgia, alla sinistra del Basento. Il territorio comunale confina con quello di Matera. Fa parte del Parco dell'Alta Murgia.

La prima parte del nome, ossia Gravina, significa "burrone" e si riferisce al precipizio intorno al quale si distribuisce il paese. La specifica identifica la zona.

Abitanti: 43.780
Densità per Kmq: 114,8
Superficie: 381,30 Kmq

http://www.comune.gravina.ba.it

POGGIORSINI

Comune pugliese, in provincia di Bari, con circa millequattrocento abitanti. Il comune è ai confini con la Basilicata. Fa parte del Parco dell'Alta Murgia.

La prima parte del nome (Poggio) deriva dal latino podium, ossia rialzo. La seconda parte del nome si riferisce all'antico possesso sul luogo da parte della famiglia Orsini.

Abitanti: 1.403
Densità per Kmq: 32,5
Superficie: 43,12 Kmq

http://www.comune.poggiorsini.ba.it

ALTAMURA

E' il comune, dopo il capoluogo, con più abitanti nella Provincia di Bari (circa settantamila). Situato fra la Murgia pugliese e la Murgia materana, a sud della Murgia di Sant'Elia, alla destra della gravina di Picciano. Il territorio comunale confina con quello di Matera. Fa parte del Parco dell'Alta Murgia.

Chiamato in passato Alta Augusta. Il nome attuale si riferisce alle alte mura che circondavano il centro nel XIII secolo.

Abitanti: 69.901
Densità per Kmq: 163,4
Superficie: 427,75 Kmq

http://www.comune.altamura.ba.it

SPINAZZOLA

Comune pugliese, in provincia di Barletta-Andria-Trani, con circa seimilasettecento abitanti. Il territorio comunale confina con quello di Andria. Fa parte del Parco dell'Alta Murgia.

Deriva dal latino spina, ossia "pianta spinosa", o spinus, biancospino.

Abitanti: 6.703
Densità per Kmq: 36,7
Superficie: 182,64 Kmq

http://www.comune.spinazzola.bt.it

Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Clicca qui prima di proseguire...